PNEUMATICI FUORI USO: NOVITÀ IN VIGORE DAL 23/04/2020

 

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto Ministeriale n. 182/2019 che disciplina i tempi e le modalità attuative dell’obbligo di provvedere singolarmente (ditta) o in forma associata (consorzi e società consortili) alla gestione di quantitativi di pneumatici fuori uso (PFU).

Il Decreto riguarda i produttori e gli importatori che immettono pneumatici sul mercato per la vendita sul territorio nazionale.

Sono esclusi dalle disposizioni del Decreto gli pneumatici per le biciclette, le camere d’aria e i relativi protettori, le guarnizioni in gomma, gli pneumatici per aeroplani e aeromobili.

Le principale novità introdotte sono:

– un maggior controllo sui gestori di PFU in forma individuale o associata. Entrambi sono obbligati a presentare una comunicazione al Ministero dell’ambiente con cui dimostrano di gestire il recupero dei PFU mediante un sistema strutturato;

– introduzione per tutti i responsabili della gestione dei PFU (siano essi in forma individuale o associata) dell’obbligo di effettuare la raccolta su tutto il territorio nazionale, rendicontando al Ministero dell’Ambiente i quantitativi raccolti;

– istituzione della figura del “rappresentante autorizzato” per i produttori e gli importatori di pneumatici con sede legale all’estero, responsabile degli obblighi di gestione dei PFU in Italia;

– istituzione del “Registro nazionale dei produttori e importatori di pneumatici” presso il Ministero dell’Ambiente che raccoglie dati riguardanti i nominativi dei gestori dei PFU, i quantitativi gestiti dei PFU e i contributi ambientali sui pneumatici applicati a carico dei consumatori.

 

Per ulteriori informazioni:

Ufficio Sicurezza, Ambiente, Igiene

tel. 0173/226611

e-mail servizi@acaweb.it

freccia  Torna all’elenco news

La tua opinione conta

Ti è piaciuto l’articolo?

Rimani sempre aggiornato con le notizie di settore

Unisciti ad ACA

Scopri come associarsi e i tuoi vantaggi

È semplice, inizia da qui