PROCEDURA AGEVOLATA. ESTENSIONE AI PRODUTTORI DI IMBALLAGGI CHE COMMERCIALIZZANO IMBALLAGGI A “COMPLETAMENTO DI GAMMA O DELL’IMBALLAGGIO”, IN MATERIALI DIVERSI DA QUELLI IMPIEGATI PER LA PRODUZIONE (CIRC. 04/12/19 ID. 3-2019)

 

Dal 1° gennaio 2020 Conai ha introdotto l’estensione della procedura agevolata (facoltativa) finora riservata ai “piccoli commercianti”, anche ai produttori di imballaggi. Questi ultimi avranno, quindi, la possibilità (non l’obbligo) di pagare il CAC direttamente ai loro fornitori. Tale procedura è però limitata agli imballaggi o ai componenti di imballaggio acquistati e commercializzati a “completamento di gamma o dell’imballaggio”, purché in materiale differente da quello degli imballaggi oggetto di produzione.

La soglia per accedere alla procedura è di 150 tonnellate di imballaggi, per ciascun materiale (per la plastica come somma delle fasce previste), gestiti dal produttore nell’anno precedente. Sulle fatture emesse per gli imballaggi meramente commercializzati, sui quali è stato già pagato il CAC ai fornitori per effetto della presente procedura, il produttore dovrà indicare la dicitura: “Corrispettivo comprensivo del contributo ambientale Conai già assolto” mentre resta ferma l’applicazione del CAC, con le modalità tipiche della cosiddetta “prima cessione”, per gli imballaggi prodotti;

Per informazioni
Ufficio Sicurezza Ambiente Igiene
tel. 0173/226611
e-mail servizi@acaweb.it

 

freccia  Torna all’elenco news

La tua opinione conta

Ti è piaciuto l’articolo?

Rimani sempre aggiornato con le notizie di settore

Unisciti ad ACA

Scopri come associarsi e i tuoi vantaggi

È semplice, inizia da qui