MANUALE HACCP: CHI PUÒ UTILIZZARE LA FORMULA SEMPLIFICATA

Le imprese che producono, manipolano, trasportano o commercializzano prodotti alimentari sono tenute ad elaborare un Piano di autocontrollo Haccp.

Dal 2012 le ASL della Regione Piemonte invitano ad applicare le linee di indirizzo della Determina Dirigenziale n°692 del 15 ottobre 2012 “Definizione di linee di indirizzo per il controllo ufficiale nella microimpresa”, che consentono la tenuta del Manuale di Autocontrollo in forma semplificata per le microimprese.

Chi può utilizzare il manuale semplificato

Tale procedura è consentita alle microimprese alimentari che presentino le seguenti caratteristiche:

  • • non più di 5 dipendenti
  • • con un numero di addetti comunque inferiore a 10, ma che presentino caratteristiche assimilabili alle microimprese quali:
    • – operatività in ambito locale (provincia sede dell’impresa e province limitrofe)
    • – proprietario singolo o costituito da un piccolo gruppo di persone,
    • – gestione in capo al proprietario e nessun collegamento a grandi aziende e/o alla grande distribuzione organizzata

     • non prevedano procedure di trasformazione alimentare più complesse (ad es. pastorizzazione e misurazione del pH)

Cosa esclude il manuale semplificato

Le misure di semplificazione consentono di escludere la compilazione di schede di registrazione pertinenti:

  • • ricevimento merci
  • • rilevazione temperature frigo-freezer
  • • monitoraggio sanificazione locali ed attrezzature
  • • monitoraggio derattizzazione/disinfestazione

Cosa comprende il manuale semplificato

Continua ad essere necessario mantenere la seguente documentazione:

  • – manuale di autocontrollo completo di analisi dei rischi e procedure
  • – planimetria aggiornata di locali, attrezzature, postazioni esche per il monitoraggio della derattizzazione
  • – Autorizzazione sanitaria/D.I.A./Notifica ASL ai sensi art. 6 Reg. Ce 852/04
  • – registro NON CONFORMITÀ da compilarsi in qualunque caso si verifichino anomalie di qualsiasi tipo nel processo di produzione/conservazione/ricezione alimenti e/o materiali in arrivo
  • – documentazione relativa alla rintracciabilità dei prodotti alimentari e materie prime con indicazione dei relativi lotti
  • documenti inerenti ritiro rifiuti speciali (ad esempio, oli di frittura)

–  documentazione inerente disinfestazione-derattizzazione

–  schede tecniche e di sicurezza dei prodotti per la pulizia e la sanificazione

–  elenco fornitori alimenti e materiali e oggetti a contatto con gli alimenti MOCA con relative dichiarazioni HACCP e conformità dei prodotti forniti

– elenco clienti ingrosso in caso di rintracciabilità/ritiro alimenti non conformi al consumo umano

– documentazione inerente allergeni alimentari.

L’Associazione Commercianti Albesi fornisce un servizio di aggiornamento e semplificazione della documentazione HACCP per le imprese che presentino le caratteristiche sopra riportate.

 

Per ulteriori informazioni:

UFFICIO SICUREZZA, AMBIENTE, IGIENE
tel. 0173/226611
e-mail servizi@acaweb.it

 

La tua opinione conta

Ti è piaciuto l’articolo?

Rimani sempre aggiornato con le notizie di settore

Unisciti ad ACA

Scopri come associarsi e i tuoi vantaggi

È semplice, inizia da qui