LASER IN CAMPO ESTETICO E/O MEDICALE: GLI OBBLIGHI PER LE AZIENDE

 

L’utilizzo di apparecchiature laser in campo estetico e medicale prevede l’intervento di operatori professionali specificatamente qualificati.

Le attività che operano professionalmente con laser di classe 3B o 4 hanno l’obbligo di procedere alla valutazione del rischio specifico (D.Lgs. 81/08).

La norma prevede di nominare un Addetto Sicurezza Laser ASL (CEI 76-6 e CEI1384 G – CT 76 guida E).

Tale figura deve avere specifiche competenze per:

  • • gestire tutti gli aspetti della sicurezza,
  • • mettere in atto le indicazioni fornite dal produttore dell’apparecchio,
  • • individuare i requisiti della Zona Laser Controllata (se richiesta) e le modalità di accesso alla stessa,
  • • verificare la rispondenza dei DPI oculari con quanto richiesto nel manuale d’uso e manutenzione dell’apparecchio,
  • • redigere il regolamento di sicurezza e verificare il permanere dei requisiti di sicurezza.

L’inosservanza delle norme può comportare sanzioni a carico del titolare dell’attività, con arresto da tre a sei mesi o ammenda da 3.071,72 a 7.862,44 euro e, in alcuni casi, sequestro dell’attrezzatura.

Servizi ACA S.r.l. fornisce un servizio di “Addetto Sicurezza Laser” alle strutture mediche ed estetiche che possiedono apparecchiature laser di classe 3B o 4, adempiendo a tutti gli obblighi descritti.

 

Per informazioni:
UFFICIO SICUREZZA AMBIENTE IGIENE
tel. 0173/226611
e-mail servizi@acaweb.it

 

La tua opinione conta

Ti è piaciuto l’articolo?

Rimani sempre aggiornato con le notizie di settore

Unisciti ad ACA

Scopri come associarsi e i tuoi vantaggi

È semplice, inizia da qui