DICHIARAZIONE M.U.D. – PROROGA AL 22 GIUGNO 2019

Vengono introdotte alcune modifiche alla modulistica riguardanti le dichiarazioni che devono essere presentate dai soggetti che svolgono attività di recupero e trattamento dei rifiuti e dai Comuni. Non vi sono modifiche per quanto riguarda i produttori.

Rimangono immutati rispetto al 2018:
• struttura del modello, articolato in 6 Comunicazioni;
• soggetti obbligati alla presentazione del M.U.D., ovvero trasportatori, intermediari senza detenzione, recuperatori, smaltitori, produttori di rifiuti pericolosi, produttori di rifiuti non pericolosi da lavorazioni industriali, artigianali e di trattamento delle scorie con più di 10 lavoratori, Comuni;
• modalità per l’invio delle comunicazioni: in particolare le comunicazioni rifiuti, RAEE, imballaggi, veicoli fuori uso vanno inviate telematicamente;
• diritti di segreteria.
Il nuovo modello sostituisce integralmente il modello precedente e deve essere presentato entro il 22 giugno 2019 (e non più il 30 aprile come da consuetudine).

SISTRI: SOPPRESSO DAL 1°GENNAIO 2019 ABOLIZIONE OBBLIGO DI PAGAMENTO

Il “Decreto Semplificazioni” ha confermato l’abolizione del SISTRI.
Dal 1°gennaio 2019 è infatti soppresso il sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti (SISTRI). Dalla stessa data è abolito l’obbligo di pagamento del contributo per l’iscrizione al sistema.
I soggetti prima obbligati all’iscrizione al SISTRI (le imprese con più di dieci lavoratori, produttrici di rifiuti pericolosi) dovranno garantire la tracciabilità dei rifiuti effettuando i tradizionali adempimenti: MUD, registri carico/scarico rifiuti e formulari di trasporto rifiuti.

Per informazioni
Ufficio Sicurezza Ambiente Igiene
tel. 0173/226611
e-mail servizi@acaweb.it

 

freccia  Torna all’elenco news

La tua opinione conta

Ti è piaciuto l’articolo?

Rimani sempre aggiornato con le notizie di settore

Unisciti ad ACA

Scopri come associarsi e i tuoi vantaggi

È semplice, inizia da qui