COVID-19: SORVEGLIANZA SANITARIA ECCEZIONALE DEI LAVORATORI “FRAGILI” A RISCHIO CONTAGIO. PROROGA AL 30 APRILE

Il Decreto “Milleproroghe 2021” ha ulteriormente rimandato fino alla data di cessazione dello stato di emergenza epidemiologico, e comunque non oltre il 30 aprile 2021, le disposizioni in merito al ricorso alle visite mediche INAIL definite “Sorveglianza sanitaria eccezionale” (DL Rilancio del 19 maggio 2020).

Ricordiamo che tale sorveglianza va effettuata nei confronti dei lavoratori inquadrati come “fragili”, ovvero che per condizioni derivanti da immunodeficienze o altre comorbilità (ad esempio ipertensione, problemi cardiaci o diabete), anche in relazione dell’età, sono considerati maggiormente a rischio in caso di contagio.

Questa soluzione, avviata già lo scorso 1° luglio 2020, consente ai datori di lavoro, che in base alla valutazione dei rischi in materia di salute e sicurezza sul lavoro non sono obbligati alla nomina del medico competente (ai sensi dell’art. 18, co. 1 lett. a), d.lgs. 81/2008, di ottemperare a quanto previsto in materia di sorveglianza sanitaria.

La sorveglianza eccezionale può essere richiesta ai servizi territoriali dell’Inail che vi provvedono con i propri medici del lavoro.

La richiesta di visita medica può essere effettuata seguendo le istruzioni pubblicate nell’apposita sezione del portale istituzionale:

https://www.inail.it/cs/internet/attivita/prevenzione-e-sicurezza/sorveglianza-sanitaria-eccezionale.html

A seguito delle visite mediche, che condurranno al riconoscimento della condizione di fragilità del lavoratore, il medico incaricato INAIL esprimerà il giudizio di idoneità fornendo, in via prioritaria, indicazioni per l’adozione di soluzioni maggiormente cautelative per la salute del lavoratore o della lavoratrice, riservando il giudizio di non idoneità temporanea solo ai casi che non consentano soluzioni alternative.

Per le aziende tenute alla sorveglianza sanitaria per fattori di rischio per la salute e sicurezza del lavoro (ad esempio per l’utilizzo di sostanze chimiche pericolose, sforzi fisici, utilizzo videoterminali, guida carrelli elevatori), la sorveglianza sanitaria deve essere eseguita dal Medico Competente nominato dal datore di lavoro.

 

Per ulteriori informazioni:

UFFICIO SICUREZZA, AMBIENTE, IGIENE
tel. 0173/226611
e-mail servizi@acaweb.it

 

La tua opinione conta

Ti è piaciuto l’articolo?

Rimani sempre aggiornato con le notizie di settore

Unisciti ad ACA

Scopri come associarsi e i tuoi vantaggi

È semplice, inizia da qui