TRASFERTA: SPESA NON DEDUCIBILE SE NON DOCUMENTATA

 

Si segnala un recente Ordinanza della Corte di Cassazione (n. 21597 del 7 ottobre 2020) tramite la quale è stato sancito che le spese di trasferta sostenute dal lavoratore non possono essere escluse dalla retribuzione imponibile se non vengono provate le specifiche trasferte giustificative dei chilometri effettuati per raggiungere il luogo di destinazione della prestazione lavorativa.

La Cassazione precisa che la norma fiscale che prevede la deducibilità dell’indennità di trasferta va interpretata in modo restrittivo, pertanto quando manchi una puntuale documentazione di supporto che attesti il costo di percorrenza di ciascuna trasferta, questo rientra all’interno della retribuzione imponibile. Tale sentenza aprirà senz’altro la strada ad esperti e studiosi della materia che approfondiranno tale orientamento giurisprudenziale.

La tua opinione conta

Ti è piaciuto l’articolo?

Rimani sempre aggiornato con le notizie di settore

Unisciti ad ACA

Scopri come associarsi e i tuoi vantaggi

È semplice, inizia da qui