GUIDE TURISTICHE: DAL 16 NOVEMBRE DOMANDE PER RISTORI FINO A 7.500

 

Disponibile il bonus guide turistiche 2022. Le domande partono dal 16 novembre 2022 per richiedere un contributo fino a 7.500 euro.

La misura è dedicata alle guide e agli accompagnatori turistici, nonché società, consorzi o associazioni, titolari di partita IVA che non hanno ricevuto altri aiuti nel periodo Covid.

Il bonus guide turistiche e accompagnatori è un contributo che può arrivare fino a 7.500 euro previsto dal Decreto Sostegni ter convertito in Legge, all’articolo 4, comma 2 bis. Si tratta di un aiuto in favore degli operatori turistici che sono stati danneggiati dall’emergenza Covid e che non hanno ricevuto altre misure di sostegno in passato.

Sul piatto risorse pari in totale a 2 milioni di euro, ma i contributi sono ripartiti sulla base del numero delle istanze presentate.

A CHI SPETTA

Il bonus spetta alle guide turistiche e accompagnatori turistici NON risultati assegnatari dei contributi di cui ai Decreti n. 440 del 2 ottobre 2020 (bonus da 5.000 euro) e il Decreto n. 243 del 24 agosto 2021 (ristori automatici per guide).

In particolare, possono presentare richiesta le guide e gli accompagnatori turistici titolari di partita IVA che svolgono attività identificata dai seguenti codici ATECO e ATECOFIN:

79.90.20;

2004 – 63302;

1993 – 6330A;

1993 – 6330B.

Rientrano tra gli aventi diritto anche società, associazioni, cooperative e consorzi, titolari di partita IVA, che svolgono attività connesse agli stessi codici ATECO e ATECOFIN.

REQUISITI

Ai fini dell’ammissione al contributo, i soggetti tra quelli aventi diritto, alla data del 27 ottobre 2022 devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

- residenza (o il domicilio fiscale) in Italia;

- titolari di partita IVA attiva relativa a una delle attività identificate dai codici ATECO o ATECOFIN;

- risultare essere in possesso del patentino di abilitazione allo svolgimento della professione di guida turistica o di accompagnatore turistico, da allegare all’istanza;

- essere in regola con gli adempimenti in materia assicurativa, fiscale e contributiva;

- risultare essere in regola con l’obbligo di presentazione della dichiarazione dei redditi relativa all’ultimo anno di imposta;

- non essere stati condannati con sentenza passata in giudicato o non essere stati destinatari di decreto penale di condanna divenuto irrevocabile o sentenza di applicazione della pena su richiesta, ai sensi dell’articolo 444 codice di procedura penale, per reati gravi in danno dello Stato o della Comunità che incidono sulla moralità professionale;

- risultare di non aver superato, alla data di presentazione della domanda di agevolazione, il massimale pertinente previsto in regime de minimis dal Regolamento (UE) n. 1407/2013, a norma degli articoli 5 e 6, nell’esercizio finanziario in corso e nei due esercizi finanziari precedenti.

Le richieste vanno trasmesse utilizzando l’apposita piattaforma messa a disposizione dal Ministero del Turismo sul sito istituzionale ed è consentito l’accesso esclusivamente con le credenziali SPID.

In fase di domanda i richiedenti devono dichiarare il possesso dei requisiti e allegare il patentino di abilitazione allo svolgimento della professione di guida turistica o di accompagnatore turistico. Nel caso di società sarà necessario allegare il patentino di uno dei soci.


 

Per informazioni:
Ufficio credito ACA
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Davide Paganotti 0173/226671
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Paolo Panero 0173/226636
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Melanie Monticone 0173/226663
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.