INCENTIVI A FONDO PERDUTO FINO A 30MILA EURO PER RISTORAZIONE E PASTICCERIE

  

Di prossima apertura la misura volta a sostenere le eccellenze della ristorazione e della pasticceria italiana, che mette a disposizione agevolazioni a fondo perduto fino al 70% di investimenti (massimo 30.000 euro per impresa), per l’acquisto di macchinari professionali e altri beni strumentali durevoli innovativi.

BENEFICIARI

Imprese della ristorazione con somministrazione, pasticcerie e gelaterie con le seguenti caratteristiche:

Elenco Codici Ateco

- 56.10.11 “Ristorazione con somministrazione”, iscritte nel registro delle imprese da almeno 10 anni o, alternativamente, che abbiano acquistato prodotti certificati DOP, IGP, SQNPI, SQNZ e prodotti biologici per almeno il 25% del totale dei prodotti alimentari acquistati nei 12 mesi precedenti;

- 56.10.30 “Gelaterie e pasticcerie” e 10.71.20 “Produzione di pasticceria fresca”, iscritte nel registro delle imprese da almeno 10 anni o, alternativamente, che abbiano acquistato i suindicati prodotti, nel medesimo periodo di cui sopra, per almeno il 5% sul totale.

AGEVOLAZIONE

Contributo a FONDO PERDUTO fino al 70% delle spese ammissibili e comunque nella misura massima di € 30.000 per singola impresa.

I contributi sono erogati nel rispetto del regime De Minimis e non sono cumulabili con altre forme di agevolazione.

Spese ammissibili

Acquisto di macchinari professionali e beni strumentali all’attività di impresa nuovi di fabbrica, organici e funzionali all’attività svolta. I beni acquistati devono essere mantenuti nello stato patrimoniale dell’impresa per almeno tre anni dalla data di concessione del contributo.

Le spese devono essere sostenute DOPO l’invio della domanda di agevolazione

SONO ESCLUSE:

- l’acquisto di componenti, pezzi di ricambio o parti di macchinari, impianti e attrezzature che non soddisfano il requisito dell’autonomia funzionale;

- terreni e fabbricati, incluse le opere murarie di qualsiasi genere, ivi compresi gli impianti idrici, elettrici, di allarme, di riscaldamento e raffreddamento;

- mezzi targati;

- beni usati o rigenerati;

- utenze di qualsiasi genere, ivi compresa la fornitura di energia elettrica, gas, etc.;

- imposte e tasse;

- contributi e oneri sociali di qualsiasi genere;

- buoni pasto;

- costi legali e notarili;

- consulenze di qualsiasi genere;

- non direttamente finalizzate all’attività dell’impresa.

Presentazione delle domande

Le domande telematiche sul portale di INVITALIA saranno istruite in ordine cronologico di arrivo.

Le spese dovranno essere sostenute entro 8 mesi dalla concessione del contributo, l’impresa dovrà sostenere e pagare interamente le spese preventivate. È consentita l’erogazione di un anticipo nella misura massima del 50% del contributo richiesto, previa presentazione, da parte dei beneficiari del finanziamento, di una fidejussione bancaria o assicurativa.

Entro 30 giorni dalla data di ultimazione delle spese, l’impresa dovrà presentare la richiesta di erogazione dei contributi, allegando:

- copia delle fatture elettroniche

- contabili di pagamento

- una relazione tecnica finale recante la descrizione degli investimenti effettuati e attestante il completo pagamento delle relative spese.

Entro i successivi 90 giorni dalla ricezione della richiesta di erogazione il Ministero, effettuate le verifiche da parte di Invitalia circa il rispetto dei requisiti a la completezza e correttezza della documentazione trasmessa eroga gli aiuti sul conto corrente indicato dall’impresa beneficiaria.

Per informazioni:

ASSOCIAZIONE COMMERCIANTI ALBESI
UFFICIO CREDITO
Piazza San Paolo, 3 - 12051 Alba (CN)

Davide Paganotti 0173/226671
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Paolo Panero 0173/226636
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Melanie Monticone 0173/226663
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.