GAL LANGHE ROERO: FONDO PERDUTO DEL 40% PER SPESE REALIZZATE ALL'INTERNO DI FILIERE

  

FONDO PERDUTO DEL 40% PER SPESE REALIZZATE ALL’INTERNO DI FILIERE NEL TERRITORIO DEL GAL 

Il GAL Langhe Roero Leader ha pubblicato il Bando n. 1-2022 “Progetti integrati di Filiera (PIF 2)”, per realizzazione di interventi materiali delle imprese che partecipano contemporaneamente e in maniera congiunta a una filiera, al fine di favorire la competitività e la cooperazione. 

Il bando, con una dotazione di 1,3 milioni di euro, mette a disposizione contributi a fondo perduto pari al 40% della spesa ammessa. 

Le domande di sostegno devono essere presentate entro le ore 14.00 del 05/08/2022

Il bando comprende le seguenti operazioni: 

4.1.1. Miglioramento del rendimento globale e della sostenibilità delle aziende agricole

4.2.1 Trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli

6.4.1 Creazione e sviluppo di attività extra-agricole (per aziende agricole)

6.4.2 Investimenti nella creazione e nello sviluppo di attività extra-agricole per micro e piccole imprese NON agricole. 


BENEFICIARI

I progetti di Filiera coinvolgono più imprese che possono essere:

- Partecipanti diretti: presentano domanda per accedere al contributo 

- Partecipanti indiretti: non presentano domanda ma concorrono al raggiungimento degli obiettivi della Filiera 

L’accordo di Filiera è obbligatorio per la partecipazione al bando e deve includere imprese indipendenti l’una dall’altra, con impegni commerciali e/o di collaborazione vincolanti di durata minima di 3 anni, prevedendo investimenti correlati ad una qualunque delle fasi produttive e attinenti al ciclo produttivo di uno dei prodotti inclusi nella filiera.

SPESE AMMISSIBILI

Gli investimenti devono riguardare almeno una delle seguenti fasi:

- produzione della materia prima  

- prima trasformazione e condizionamento del semilavorato 

- seconda trasformazione, confezionamento e condizionamento del prodotto finito 

- distribuzione e commercializzazione 

- ristorazione e/o ricettività 

- attivazione di servizi a supporto delle attività (con esclusione dei servizi di natura prettamente turistica) 

- gestione di scarti in ottica di sostenibilità ambientale 


Nelle diverse operazioni sono ammesse (secondo le diverse previsioni dei quattro  bandi) le seguenti spese: 

- fondiarie

- edilizie

- macchine agricole

- macchinari, strumenti, arredi, attrezzature

- veicoli stradali

- produzione e stoccaggio di energia

- ripristino degli agroecosistemi e mascheramento

- programmi informatici e software

- spese generali e tecniche

- costruzione o riattamento di fabbricati per trasformazione, stoccaggio, conservazione e commercializzazione dei prodotti vitivinicoli, comprese le attrezzature

- laboratori

- efficientamento energetico 


FILIERE

Le Filiere ammissibili possono riguardare i seguenti ambiti: 

- lattiero-casearia 

- cereali autoctoni

- patata

- miele

- Nocciola Piemonte IGP

- Ortofrutticola

- Carne ed insaccati

- Cereali

- Erbe officinali

- Zafferano

- Filiera corilicola

- Vigneti eroici

- Legno

- Metallo

- Birra

- Pietra di Langa

- Gessi

- Vino Dolcetto

- Biomassa agricola 

Per presentare la domanda è necessario produrre tre preventivi per ogni capitolo di spesa. Ai progetti verrà assegnato un punteggio. 

Gli investimenti devono essere necessariamente effettuati DOPO la presentazione delle domande

L’Associazione Commercianti Albesi è a disposizione per fornire tutte le informazioni necessarie e inviare le domande di contributo. 

 

Per ulteriori informazioni contattare:
ASSOCIAZIONE COMMERCIANTI ALBESI
UFFICIO CREDITO
Piazza San Paolo, 3 - 12051 Alba (CN)

Davide Paganotti 0173/226671
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Elisa Montrucchio 0173/226549
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.