LETTERE DELL’AGENZIA ENTRATE PER ANOMALIE SUI CORRISPETTIVI TELEMATICI

 

L’Agenzia delle Entrate sta inviando delle comunicazioni relative alla mancata ricezione dei dati dei corrispettivi telematici riferiti al periodo luglio – novembre 2019, destinate ai contribuenti che, avendo dichiarato un volume d’affari superiore a 400.000 € nel 2018, avrebbero dovuto provvedere all’invio dal 1° luglio scorso.
Nella maggior parte dei casi la situazione segnalata può risultare corretta, poiché si potrebbe aver certificato con fattura le operazioni nei confronti dei consumatori finali.
Di conseguenza, ai soggetti che hanno emesso fattura elettronica anche ai privati, non è richiesto da fornire alcun chiarimento. Gli stessi possono “ignorare” la comunicazione ricevuta dall’Agenzia.

 

POSSIBILE SOSTITUIRE I CORRISPETTIVI CON LA FATTURA

Nel corso di Telefisco 2020 i funzionari dell’Agenzia hanno confermato la possibilità di sostituire la certificazione dei corrispettivi con l’emissione della fattura immediata, anche se non richiesta dal cliente, ma emessa in via facoltativa dal fornitore.
È stata ribadita inoltre la possibilità di effettuare la trasmissione telematica della fattura entro i 12 giorni successivi; in tal caso il cliente potrebbe non aver alcuna documentazione da esibire in caso di controlli nelle vicinanze dell’esercizio. A tal fine può essere utilizzata la copia cartacea cd. “copia di cortesia”.

 

REGOLARIZZAZIONE DEGLI ERRORI RISCONTRATI DALL’AGENZIA

Nel caso in cui il soggetto interessato riconosca invece il proprio inadempimento, potrà regolarizzare gli errori / violazioni mediante ravvedimento, beneficiando della riduzione delle sanzioni.
In caso di omesso invio dei corrispettivi è applicabile la sanzione pari al 100% dell’imposta corrispondente all’importo non memorizzato / non trasmesso / memorizzato e trasmesso ma con dati incompleti o non veritieri, con un minimo di € 500.

 

CORRISPETTIVI: SEGNALAZIONE DI ERRORI NELLA TRASMISSIONE

L’Agenzia delle Entrate ha illustrato lo scorso 17 gennaio 2020 la procedura da seguire per segnalare una trasmissione errata dei corrispettivi telematici:
– Accedendo al “Portale Fatture e Corrispettivi” sul sito dell’ Agenzia Entrate
– nella sezione “Consultazione“
– e poi “Monitoraggio delle ricevute dei file trasmessi”
– si accede a “Ricevute file corrispettivi telematici”
– individuando il giorno di trasmissione errata
– barrando la casella “Trasmissione anomala”
– potrà essere compilato il campo “Motivazione” descrivendo l’anomalia riscontrata.
– Non è possibile inviare file correttivi di dati già trasmessi
– Ma dovrà essere comunque calcolata e liquidata correttamente l’imposta.

Per ulteriori informazioni
UFFICIO FISCALE
tel. 0173 226611
e-mail fiscale@acaweb.it

 

freccia  Torna all’elenco news

La tua opinione conta

Ti è piaciuto l’articolo?

Rimani sempre aggiornato con le notizie di settore

Unisciti ad ACA

Scopri come associarsi e i tuoi vantaggi

È semplice, inizia da qui