INCENTIVI EDILIZIA

 

PROROGA SUPERBONUS 110% E ALTRI INCENTIVI

Disposto il rinnovo – con alcune importanti modifiche – di numerose misure di interventi incentivanti sulla casa, quali l’efficientamento energetico degli edifici (Ecobonus e Superbonus 110%) e la loro riqualificazione (Bonus casa), l’acquisto di mobili di arredo e di grandi elettrodomestici a basso consumo energetico (Bonus mobili), le detrazioni per interventi di sistemazione a verde di aree scoperte (Bonus verde) nonché le detrazioni fiscali per interventi finalizzati al recupero o restauro della facciata esterna degli edifici esistenti (Bonus facciate).

Le novità di maggior interesse sono:

– la conferma delle proroghe degli ordinari bonus sulla casa (ecobonus, bonus casa e bonus verde) con un ampliamento dell’orizzonte temporale di fruibilità dei benefici, ora prevista al 31 dicembre 2024;

– la proroga al 31 dicembre 2024 delle detrazioni per l’acquisto di mobili di arredo e di grandi elettrodomestici. La detrazione spetta nella misura del 50 per cento delle spese sostenute ed è calcolata su un ammontare complessivo non superiore a 10.000 euro per l’anno 2022 e a 5.000 euro per gli anni 2023 e 2024;

– la conferma a tutto il 2022 del bonus facciate, ma la percentuale di detraibilità viene portata dal 90% al 60%;

– l’estensione del Superbonus per i condomini e le persone fisiche con progressiva diminuzione della percentuale di detrazione: 110% per le spese sostenute entro il 2023, 70% per quelle sostenute nel 2024 ed il 65% per quelle sostenute nel 2025.

– Per gli interventi effettuati su unità immobiliari dalle persone fisiche – senza più il vincolo che si tratti di interventi effettuati sull’abitazione principale dalle persone con ISEE non superiore a 25mila euro (come previsto invece nel testo del ddl originario) – si prevede che la detrazione del 110 per cento spetta anche per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2022 a condizione che alla data del 30 giugno 2022 siano stati effettuati lavori per almeno il 30 per cento dell’intervento complessivo;

– la proroga dei termini per optare per la cessione del credito o per lo sconto sul corrispettivo dovuto in luogo delle ordinarie detrazioni fiscali.

 

SUPERAMENTO / ELIMINAZIONE BARRIERE ARCHITETTONICHE

Viene introdotta una nuova detrazione nella misura del 75% delle spese sostenute nel 2022 per la realizzazione di interventi direttamente finalizzati all’eliminazione di barriere architettoniche in edifici già esistenti.

Tale nuova detrazione è fruibile in 5 quote annuali e la spesa massima agevolabile è pari a:

– € 50.000 per gli edifici unifamiliari o per le unità immobiliari in edifici plurifamiliari, funzionalmente indipendenti e con uno o più accessi autonomi dall’esterno;

– € 40.000 moltiplicati per il numero delle unità immobiliari che compongono l’edificio per gli edifici composti da 2 a 8 unità immobiliari;

– € 30.000 moltiplicati per il numero delle unità immobiliari che compongono l’edificio per gli edifici composti da più di 8 unità immobiliari.

Anche per tali interventi il soggetto che sostiene le relative spese può scegliere di optare per lo sconto in fattura / cessione del credito corrispondente alla detrazione spettante.

 

Per ulteriori informazioni
UFFICIO FISCALE
Tel. 0173/226611
e-mail fiscale@acaweb.it

 

La tua opinione conta

Ti è piaciuto l’articolo?

Rimani sempre aggiornato con le notizie di settore

Unisciti ad ACA

Scopri come associarsi e i tuoi vantaggi

È semplice, inizia da qui