NUOVO CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO PREVISTO DAL DECRETO LEGGE SOSTEGNI

 

Le disposizioni più attese contenute nel Decreto “Sostegni” n. 41/2021 riguardano il riconoscimento di somme a fondo perduto a favore degli operatori economici più colpiti dall’emergenza Covid-19.   

CONTRIBUTO – REQUISITI

Il nuovo contributo a fondo perduto previsto dal Decreto Legge Sostegni spetta:

– a tutti i titolari di partita Iva attiva al 23/03/2021,

– indipendentemente dal codice ATECO della/e attività esercitata/e,

– con fatturato complessivo 2019 non superiore a 10 milioni di euro,

che hanno subito un calo del fatturato medio per l’anno 2020 pari o superiore al 30 per cento rispetto alla media mensile del fatturato 2019.

Il calcolo della “media” del fatturato degli anni 2020 e 2019 si ottiene dividendo per 12 l’ammontare complessivo del fatturato/corrispettivi di ciascuna annualità.

Sono esclusi dal contributo:

– soggetti che alla data del 23 marzo hanno cessato la partita iva;

– soggetti che hanno aperto la partita iva dopo il 23 marzo;

– imprese e professionisti attivi al 1° gennaio 2019 che non hanno subito il calo di fatturato del 30 per cento;

– imprese e professionisti che nel periodo d’imposta 2019 abbiano conseguito ricavi superiori a 10 milioni di euro;

– enti pubblici;

– intermediari finanziari e holding di partecipazione.

 

MODALITÀ DI CALCOLO

– si confrontano il fatturato medio 2020 e quello 2019;

– si verifica la riduzione di almeno il 30%;

– si applica alla riduzione media la percentuale differente a seconda del volume di ricavi conseguito nel 2019:

  • • 60% ricavi 2019 fino a 100 mila euro
  • • 50% ricavi 2019 compresi tra 100.001 e 400.000 euro
  • • 40% ricavi 2019 compresi tra 400.001 e 1.000.000 di euro
  • • 30% ricavi 2019 compresi tra 1.000.001 e 5.000.000 di euro
  • • 20% ricavi 2019 compresi tra 5.000.001 e 10.000.000 di euro.

Il contributo minimo è pari ad euro 1.000.00 per i titolari di partita iva persone fisiche e ad euro 2.000,00 per i soggetti diversi dalle persone fisiche.

Il contributo non può comunque superare l’importo di 150.000 euro.

ESEMPIO

  • • Fatturato 2019€ 300.000
  • • Fatturato 2020€ 200.000
  • • Media mensile fatturato 2019: 300.000 / 12 = 25.000
  • • Media mensile fatturato 2020: 200.000 / 12 = 16.667
  • • Calo percentuale medio 2020 su 2019: superiore al 30 %
  • • Differenza tra media 2019 e 2020 (25.000 – 16.667) = 8.333
  • • Contributo spettante: 8.333 x 50% = 4.166 (Classe di fatturato 2019 tra 100 e 400 mila)

 

CASI PARTICOLARI

– Per le partite IVA attivate dal 1° gennaio 2019 non è richiesto il requisito del calo del fatturato

– Il calcolo della media avverrà considerando i soli mesi del 2019 in cui l’attività è stata svolta con quella dei corrispondenti mesi del 2020

– Per partite IVA attivate dal 1° gennaio 2020 spetta sempre solo il contributo minimo (1.000 euro persone fisiche, 2.000 euro altri soggetti).

 

CONTRIBUTO O CREDITO DI IMPOSTA?

All’atto della presentazione della domanda, al richiedente è chiesto di decidere irrevocabilmente se intende: 

– ricevere l’ accredito del contributo sul conto corrente aziendale

oppure

– convertire detta somma in credito d’imposta da utilizzarsi in compensazione in F24.

 

ISTANZA PER LA RICHIESTA

Il contributo a fondo perduto va richiesto mediante la presentazione di apposita domanda telematica che sarà disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate a partire dal 30 marzo  fino al 28 maggio 2021.

 

OPERAZIONI STRAORDINARIE 

I soggetti interessati da modifiche all’attività avvenute nel 2019 o 2020 per trasformazione societaria, fusione/scissione, conferimento, cessione o affitto d’azienda o di ramo d’azienda, dovranno prestare attenzione sia alla verifica della riduzione di fatturato per aver diritto al contributo, sia alla modalità di calcolo delle medie dei fatturati.

In particolare, poiché secondo l’Agenzia “in relazione all’azienda oggetto di riorganizzazione, sul piano sostanziale, non si è in presenza di un’azienda neocostituita”, il soggetto avente causa valuterà la propria istanza tenendo conto dei dati del soggetto dante causa, che ha conseguito i ricavi nel periodo antecedente all’operazione straordinaria. 

 

Per ulteriori informazioni
UFFICIO FISCALE
Tel. 0173/226611
e-mail fiscale@acaweb.it

 

 

La tua opinione conta

Ti è piaciuto l’articolo?

Rimani sempre aggiornato con le notizie di settore

Unisciti ad ACA

Scopri come associarsi e i tuoi vantaggi

È semplice, inizia da qui