ESONERO CONTRIBUTI INPS: PROROGA TERMINI DI RICHIESTA

 

Dopo mesi di attesa, sono arrivate le prime indicazioni applicative del cosiddetto  “anno bianco contributivo”, che prevede riduzioni, fino a 3.000 euro per iscritto,  sui contributi previdenziali per lavoratori autonomi e professionisti maggiormente colpiti dalle conseguenze economiche dell’epidemia COVID-19.

Con Messaggio 29 luglio 2021 n. 2761, l’INPS ha comunicato che la scadenza del termine di presentazione delle domande per usufruire dell’esonero contributivo è  prorogata al 30 settembre 2021.

Tale richiesta avrebbe dovuto originariamente essere presentata entro il 31 luglio 2021, ma poiché non sono ad oggi ancora note le modalità di presentazione si è resa necessaria una ennesima proroga dei termini.

L’ INPS ha ricordato inoltre che per gli iscritti la prima rata dei contributi fissi relativa all’anno 2021, con scadenza originaria al 17 maggio 2021, è prorogata al 20 agosto 2021, come precisato dalla Circolare n. 85.

L’esonero spetta agli iscritti INPS che abbiano percepito nel periodo d’imposta 2019 un reddito complessivo non superiore a 50.000 euro e abbiano subito un calo del fatturato nel 2020 non inferiore al 33% rispetto a quello del 2019.

La procedura prevista per dare attuazione a questa misura è inutilmente complicata, in quanto obbliga al versamento dei contributi nel mese di agosto anche coloro che hanno i requisiti per fruire dell’esonero, costringendoli poi alla presentazione di ulteriore domanda, entro il 30 novembre 2021, per la richiesta di rimborso o di compensazione, con modalità ancora da stabilirsi.

La semplificazione da sempre annunciata non sta certo in una domanda di rimborso a novembre quando già entro settembre (e ancor prima in agosto, al momento di effettuare i versamenti) gli aventi diritto sono perfettamente in grado di verificare se hanno o meno diritto al beneficio.

L’accesso al beneficio è in ogni caso subordinato al possesso della regolarità contributiva. L’accredito dei contributi “abbuonati” sulla posizione assicurativa del soggetto è subordinato all’integrale pagamento dei contributi obbligatori non oggetto di esonero.

La regolarità contributiva sarà verificata d’ufficio dal 1° novembre 2021, in sostanza, non sarà necessario richiedere il DURC Online preventivo e sarà consentito di regolarizzare eventuali omissioni entro il 31 ottobre 2021, in modo tale che i versamenti anche tardivi effettuati entro tale data siano considerati utili ai fini della regolarità contributiva.

 

Per ulteriori informazioni

UFFICIO FISCALE

Tel. 0173/226611

e-mail fiscale@acaweb.it

 

 

La tua opinione conta

Ti è piaciuto l’articolo?

Rimani sempre aggiornato con le notizie di settore

Unisciti ad ACA

Scopri come associarsi e i tuoi vantaggi

È semplice, inizia da qui