DECRETO SOSTEGNI – LE NOVITÀ NELLA CONVERSIONE IN LEGGE

 

Elenchiamo in sintesi le variazioni introdotte dalla Legge n. 69 in vigore dal 21 maggio 2021, per la conversione in legge del DL 41/2021.

– Contributo a fondo perduto per le start-up: previsto, nella misura massima di € 1.000, per i soggetti che hanno attivato la partita Iva nel 2018 e iniziato l’attività nel 2019, ai quali non spetta il precedente contributo in quanto la media del fatturato e dei corrispettivi del 2020 non è inferiore almeno del 30% a quello del corrispondente ammontare del 2019.

– Rivalutazione civilistica dei beni d’impresa e partecipazioni: prevista la possibilità di effettuare la rivalutazione anche nel bilancio successivo a quello in corso al 31/12/2020, ma solo per i beni non rivalutati nel 2020 e senza riconoscimento degli effetti fiscali.

– Rivalutazione beni settori alberghiero e termale: prevista anche con riguardo agli immobili a destinazione alberghiera concessi in locazione o affitto d’azienda, ai soggetti operanti in tali settori, ovvero per gli immobili in corso di costruzione, rinnovo o completamento. In caso di affitto azienda, è richiesto che gli ammortamenti siano deducibili da parte del concedente.

Superbonus e Iva indetraibile: l’Iva indetraibile relativa alle spese rilevanti ai fini degli incentivi viene inclusa nel calcolo dell’ammontare ammesso al beneficio.

Raddoppio limite welfare aziendale: raddoppiato anche per il 2021 il limite di esenzione dall’Irpef per i beni ceduti e i servizi prestati dall’azienda ai lavoratori dipendenti, da € 258,23 a € 516,46.

Canoni di locazione non percepiti: la detassazione delle somme non percepite viene prevista per i canoni di locazione non percepiti a decorrere dall’1/01/2020, indipendentemente dalla data di stipula del contratto.

– Canone RAI: esonero dal versamento del canone per l’anno 2021 per strutture ricettive e di somministrazione, che viene esteso anche alle attività similari svolte dagli enti del Terzo settore.

– Esonero versamento canone unico: proroga al 31 dicembre 2021 (in luogo del precedente 30 giugno 2021) dell’esenzione dal versamento del canone di concessione, autorizzazione o esposizione pubblicitaria e del canone per l’occupazione delle aree destinate ai mercati. Vengono invece confermate fino al 31 dicembre 2021 le procedure semplificate, in via telematica, per la presentazione di domande di nuove concessioni per l’occupazione di suolo pubblico ovvero di ampliamento delle superfici già concesse.

 

Per ulteriori informazioni
UFFICIO FISCALE
Tel. 0173/226611
e-mail fiscale@acaweb.it

 

 

La tua opinione conta

Ti è piaciuto l’articolo?

Rimani sempre aggiornato con le notizie di settore

Unisciti ad ACA

Scopri come associarsi e i tuoi vantaggi

È semplice, inizia da qui