CENTRO VACCINALE: SUPERATA QUOTA 10.300 SOMMINISTRAZIONI

 

Grandi numeri al Centro vaccinale ACA-Poliambulatorio San Paolo, che dal 26 aprile 2021 supporta l’AslCn2 nella campagna di immunizzazione contro il Covid-19.

Poco prima della pausa ferragostana, il Centro ha totalizzato oltre 10.300 Somministrazioni di siero, tra prime e seconde dosi.

Un risultato straordinario, che colloca il centro privato ACA-Poliambulatorio tra i principali hub che hanno contribuito alla campagna vaccinale.

L’attività del Centro proseguirà anche in settembre.

Gli open days

Oltre all’attività “ordinaria” realizzata sempre in collaborazione e secondo le indicazioni delle autorità sanitarie, nel corso dei mesi di operatività il Centro ha realizzato iniziative specifiche per intercettare categorie di persone particolari. Per questo sono nati gli Open Day Vax: nei sabati 5 e 12 giugno oltre 600 ragazzi a partire dai 18 anni, provenienti anche da fuori provincia, hanno scelto di immunizzarsi presso il Centro di piazza San Paolo/via Anna Rosso.

Tra fine giugno e inizio luglio è stato organizzato il primo Open Day per gli over 60 – la categoria anagrafica più sfuggente e restia rispetto alla vaccinazione – che ha avuto adesioni risicate, parzialmente compensate da una più massiccia partecipazione nel secondo appuntamento dedicato, il 5 agosto, in vista degli obblighi legati al green pass. In queste occasioni, per favorire la partecipazione, l’AslCn2 ha messo a disposizione del Centro il vaccino Jannsen della Johnson&Johnson, che richiede un’unica inoculazione.

Particolarmente frequentati sono stati gli Open Days riservati agli operatori turistici. L’iniziativa dal titolo “Accoglienza sicura” ha coinvolto titolari e operatori delle strutture ricettive e ristorative, per un totale di 1.138 adesioni tra il 7 e il 9 agosto, quando, in collaborazione con i Consorzio Turistico Langhe Monferrato Roero e la Banca d’Alba, sono state effettuate le somministrazioni presso il Centro ACA-Poli e il Centro di Gallo Grinzane realizzato dall’istituto di credito.

Oltre agli aderenti nell’occasione specifica, sono moltissimi gli operatori del settore turismo che si sono sottoposti a vaccinazione già nelle settimane precedenti, dimostrando senso di responsabilità e rispetto per il sistema e per gli ospiti attesi nelle strutture. Un principio che paga, visto che la nostra area è considerata una meta sicura dal punto di vista sanitario per i turisti anche stranieri che stanno ritornando.

Fabrizio Pace, direttore dell’Associazione Commercianti Albesi, commenta così: «Siamo molto soddisfatti dei risultati ottenuti. Mettere in sicurezza la maggior parte della popolazione, soprattutto le persone che in caso di contagio risultano più vulnerabili, è la premessa fondamentale per poter arrivare all’autunno in condizioni di maggiore serenità generale.

Partecipiamo in questo modo all’impegno collettivo per evitare pericolose ricadute in situazioni di crisi pandemica, da scongiurare sia per la salute di tutti, sia per la tenuta della nostra economia».

La tua opinione conta

Ti è piaciuto l’articolo?

Rimani sempre aggiornato con le notizie di settore

Unisciti ad ACA

Scopri come associarsi e i tuoi vantaggi

È semplice, inizia da qui