Scarica i documenti

 

  • MODULO DETRAZIONI FISCALI LAVORO DIPENDENTE ANNO 2016 
    Le detrazioni per lavoro dipendente sono un beneficio fiscale a favore dei dipendenti che riduce l'IRPEF trattenuta in busta paga. Tali detrazioni vengono determinate in funzione del reddito complessivo e del numero di giorni effettivamente lavorati.

 

  • DICHIARAZIONE LAVORATORE AUTONOMO PER ESENZIONE CONTRIBUZIONE
    L’art. 44, c. 2 del D.L. 269/03, convertito in L. 326/03, ha disposto l’iscrizione alla Gestione Separata, a decorrere dal 1° gennaio 2004, dei lavoratori autonomi occasionali, ma solo per redditi fiscalmente imponibili superiori a 5.000 euro nell’anno solare, considerando la somma dei compensi corrisposti da tutti i committenti occasionali.

 

  • MODULO RICHIESTA ASSEGNI AL NUCLEO FAMILIARE PER IL LAVORATORE DIPENDENTE
    Gli assegni familiari sono una prestazione di natura assistenziale, a sostegno di lavoratori dipendenti e di pensionati da lavoro dipendente, i cui nuclei familiari siano composti da più persone e che abbiano un reddito complessivo al di sotto dei limiti stabiliti annualmente dalla legge.
    Il diritto all’assegno, nonché l’importo dello stesso variano in funzione del numero dei componenti il nucleo familiare, il reddito del nucleo familiare e della tipologia di nucleo familiare.

 

  • SCELTA PER LA DESTINAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI
    I lavoratori dipendenti del settore privato devono scegliere la destinazione del proprio trattamento di fine rapporto (Tfr).
    Le possibilità di scelta sono molteplici, in base alla data di assunzione, se prima o dopo il 29 aprile 1993. La riforma della previdenza complementare è contenuta nel decreto legislativo 252/2005, la cui entrata in vigore (1° gennaio 2008) viene anticipata dalla Legge Finanziaria al 1° gennaio 2007.
    La scelta di aderire o no a un fondo pensione è volontaria e personale e chi intende aderire ha diverse possibilità, potendosi avvalere di una forma pensionistica collettiva oppure individuale. Tra le forme collettive rientrano i Fondi pensione negoziali (o chiusi), i Fondi aperti ad adesione collettiva e i Fondi preesistenti (cioè costituiti prima del 15 novembre 1992). Tra le forme individuali rientrano i Fondi aperti ad adesione individuale e i contratti di assicurazione sulla vita.

 

 

  • MODULO ASSENZE CONDUCENTI – CONSIGLIATO MA NON PIÙ OBBLIGATORIO
    La circolare ministeriale n. 5933/2016 ha precisato che, l’utilizzo del modulo assenze conducenti per la guida di autocarri superiori a 3,5 t viene consigliato, ma non è più ritenuto obbligatorio. La sua mancanza quindi non può essere oggetto di sanzioni. Resta invece vigente per i citati autocarri l’obbligo di utilizzo del cronotachigrafo.