conciliazione tempi di vita e lavoro: sgravio contributivo

Lo scorso 12 settembre i Ministeri del Lavoro e dell’Economia hanno firmato un decreto interministeriale con il quale vengono sbloccate le agevolazioni previste dal decreto legislativo n. 80/2015, attuativo del Jobs Act, per l’adozione da parte dei datori di lavoro di misure di conciliazione tra vita professionale e vita privata.

Scopri di più

ASSENZE PER MALATTIA

Il lavoratore assente per malattia deve innanzitutto comunicare tempestivamente al datore di lavoro lo stato di malattia o l’infortunio extralavorativo. I diversi contratti collettivi di lavoro disciplinano i termini ed i metodi con cui la comunicazione deve essere effettuata.

Scopri di più

L’ORARIO DI LAVORO

L’orario di lavoro è qualsiasi periodo in cui il lavoratore è a disposizione del datore di lavoro.

Scopri di più

NASPI - L’indennità di disoccupazione

Con la circolare n. 48 del 14/03/2016 l’INPS ha comunicato, tra gli altri, gli importi massimi relativi all’anno 2016 del trattamento di disoccupazione che, per effetto della variazione negativa dell’indice ISTAT dei prezzi al consumo, sono rimasti gli stessi dello scorso anno.

Scopri di più

NASPI - Il contributo di licenziamento

Come previsto dall’art. 2 comma 31 Legge 92/2012, nei casi di interruzione di un rapporto di lavoro a tempo indeterminato per le causali che, indipendentemente dal requisito contributivo, darebbero diritto alla NASpI, a far data dal 01/01/2013 il datore di lavoro dovrà versare una somma pari al 41% del massimale mensile di ASpI per ogni dodici mesi di anzianità aziendale negli ultimi tre anni (per il 2017: euro 1.195,37 x 41% = euro 490,10 ). Il contributo di licenziamento è dovuto anche:

Scopri di più

Buoni pasto, le novità

Il 9 settembre entra in vigore il Decreto 122/2017 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 10 agosto scorso che è intervenuto in merito alla disciplina dei buoni pasto sostitutivi del servizio mensa.

Scopri di più