Omaggio della città di Alba all'ex presidente A.C.A. Toppino

Martedì 14 febbraio 2017 il Consiglio comunale albese, in apertura dei lavori, ha commemorato la figura del comm. Gian Giacomo Toppino, già presidente dell'Associazione Commercianti Albesi dal 1964 al 2009 e sindaco di Alba dal 1972 al 1977, scomparso il 25 gennaio scorso all'età di 87 anni.

L'attuale sindaco di Alba Maurizio Marello, insieme ai suoi predecessori Ettore Paganelli, Tomaso Zanoletti, Enzo Demaria e Giuseppe Rossetto, ha svolto una puntuale ricognizione in merito alle caratteristiche di uomo e di amministratore di Gianni Toppino, unitamente al presidente della Camera di Commercio di Cuneo Ferruccio Dardanello, intervenuto insieme al direttore dell'Associazione Commercianti Albesi Giuliano Viglione, tutti straordinariamente seduti al tavolo della Giunta civica, di fronte ad un'assise compita e attenta e ai famigliari: la moglie Pina, i figli Baldo, Lucia, Francesca e Anna.
Presenti in sala anche una significativa rappresentanza dell'A.C.A., a partire dai vice direttori Fabrizio Pace e Silvia Anselmo e da componenti il Consiglio direttivo.

Gli intervenuti – dal presidente del Consiglio Roberto Giachino a Ettore Paganelli in rappresentanza di tutti gli ex sindaci, a Maurizio Marello, a Ferruccio Dardanello a nome del mondo imprenditoriale e del commercio in particolare – hanno tratteggiato il profilo di uomo giusto, saggio, animato da fede profonda e spirito solidale, moderato negli atteggiamenti e garbato nei toni ma fermo e risoluto rispetto alle scelte e alle decisioni; la sua predilezione per la collegialità, per l'approfondimento dei problemi e per la discussione aperta e franca, le capacità di rappresentanza e il ruolo di guida di un'associazione di categoria importante non solo per il mondo economico locale ma per l'autorevolezza e il peso di un territorio dalle specificità uniche ed aperto al mondo.

In chiusura, la figlia Lucia a nome di tutti i famigliari ha ringraziato la massima assemblea cittadina per il tributo rivolto al padre, ricordando lo smisurato e spontaneo amore di Gianni Toppino per la sua città.
Un minuto di commosso silenzio e un applauso hanno suggellato infine il toccante momento della vita politico-amministrativa albese.

TOPPINO 2

TOPPINO 3

TOPPINO 4

TOPPINO 5

TOPPINO 6

 

freccia  Torna alle news